NEWS DALLE AREE
Sabato, 01 Marzo 2014 17:13

Eccellenza: Viadana cade a Rovigo

La capoclassifica Rovigo non delude i quasi 2000 tifosi accorsi al “Battaglini” e con una grande prova di carattere e fisica batte il Rugby Viadana per 26-20, dopo aver chiuso in vantaggio anche il primo tempo per 16-5.
Pronti e via ed era Sintich a regalare al Rugby Viadana il vantaggio con una meta dopo appena due minuti di gioco. Al 19' Mirko Bergamasco centrava i pali per il primo dei suoi 4 piazzati della giornata e dopo aver replicato al 27', andava in meta tre minuti dopo con una bella azione alla mano. In apertura di secondo tempo Du Plessis per il Viadana accorciava lo score con una meta di sfondamento (16-10) ma al 55’ il Rovigo si vedeva assegnare una meta tecnica dal direttore di gara Damasco, che risultava decisiva per la sorti della partita. Al 65' Bergamasco portava i rosso blu sul 26-10. Gli ultimi minuti di gioco vedevano il Viadana segnare la meta del 26-17 e forzare i ritmi, ma si concretizzava solo al 80' con Apperlay che centrare i pali per il punto di bonus del 26-20.
Il Marchiol soffre contro le Fiamme Oro Roma, salite  a Mogliano per fare punti e ben figurare.

Pubblicato in Rugby dei grandi

Le Fiamme Oro Roma vincono il trofeo Eccellenza, battendo in pieno recupero la Vea Femi Cz Rovigo per 26-25.
Gara emozionante ed incerta fino al fischio finale quando Benetti (4/5 sui piazzati) centrava i pali per il successo dei poliziotti.
Eppure il Rovigo aveva condotto il match senza grossi patemi d’animo. La prima frazione di gioco si era chiusa sul 15-6 ed aveva regalato al folto pubblico accorso al “Battaglini” due belle mete. La prima al 5’ con Ruffolo abile a sfruttare la forza del pack rosso blu. Poi era la volta di capitan Mahoney battere la difesa cremisi. Ragusi faceva il resto con 5 punti (1 cp e 1 tr).
Le Fiamme oro, invece, cercavano di tamponare il divario con il pacchetto ma subivano nelle fasi statiche. Unici punti (6) erano segnati dal piede di Benetti.
Ripresa che era la fotocopia del primo tempo, con il solito dominio nel gioco degli avanti dove il Rovigo ha sempre conquistato il vantaggio. Dopo un botta e risposta tra Ragusi e Benetti (3’ e 5’) il Vea Femi Cz forzava e metteva al sicuro lo score portandosi sul 25-9, con una pregevole meta di forza di Ferro. Tutto finito? Ed invece no, perché le Fiamme oro cercavano la meta della bandiera con rapide azioni della cavalleria leggera.

Pubblicato in Rugby dei grandi
Venerdì, 27 Dicembre 2013 20:41

Eccellenza, Rovigo tiene la vetta

 L'ottava giornata dell’Eccellenza registra la convincente vittoria della Vea Femi Cz Rovigo (40-17) su Estra I Cavalieri Prato, che sulla carta aveva il compito più complicato. Gara sempre in mano al Rovigo che chiudeva la prima frazione di gioco sul 16-3 in virtù di della meta di Van Niekerk e il piede del duo Bergamasco Basson. Nella ripresa era ancora Van Niekerk, Montauriol e Ruffolo a dare la vittoria per il primato in solitario in classifica. Per il Prato doppia marcatura per Von Grumbkow.
Risponde facilmente il Cammi Calvisano che al Peroni Stadio batte l’Unione Capitolina con un perentorio 61-00. Sugli scudi il tre quarti ala Bergamo autore di 5 mete.
A Roma il Rugby Viadana segna la quarta meta del bonus in pieno recupero. E’ Robertson che riesce a correre verso la meta laziale per il 28-3 finale. Primo tempo complicato per il Rugby Viadana che chiudeva in svantaggio per 3-0 (Rubini dalla distanza centrava i pali) imbrigliato dal gioco veloce dei laziali.

Poi la mischia del Viadana faceva la differenza. Era Horn a segnare la prima meta del secondo tempo cui seguiva quella del 73 sempre sfruttando il gioco del pacchetto. In mezzo c’era gloria per il figiano Yakopo per la meta del (3-14). Nel recupero arrivava come detto il bonus.

Le Fiamme Oro battono il San Donà per 33-25 con un primo tempo davvero di sostanza e qualità. In 12 minuti realizzano tre mete (Amenta, Zitelli e Sepe) che scavano il solco definitivo poiche portano lo score sul 27-11. Pregevole la reazione del San Donà che a 10 minuti dal termine, sul 30-11 per le Fiamme Oro riaprono il match. Prima con una meta di punizione decretata dal direttore di gara Bertelli (30-18) e poi con Flynn (30-25). Tutto in discussione. Al 79 tuttavia Benetti centra i pali da posizione defilata e riporta il punteggio sul definitivo 33-25

Pubblicato in Rugby dei grandi

Dai tornei

Rugby educativo

RUGBY EDUCATIVO: approfondisci

Test Mautic

SPOTLIGHT

No data displayed on the module. Please check some parameters in the module settings again!