NEWS DALLE AREE

Le Zebre, dal derby con Treviso la prima vittoria al XXV Aprile

Sabato, 04 Gennaio 2014 20:45

 Una data storica quella di oggi per le Zebre che hanno ottenuto la loro prima vittoria davanti al pubblico di casa dello Stadio XXV Aprile di Parma. L’impaianto parmigiano oggi era davvero gremito di appassionati ovali e tifosi delle due squadre italiane della RaboDirect PRO12 che si sono ffrontate nel derby di ritorno. Hanno vinto le Zebre per 14 a 12 sul Benetton Treviso, seconda vittoria stagionale per i bianconeri.
Dopo due azioni al piede del Benetton sono le Zebre ad avere la prima opportunità con una mischia sui 22 metri ma perdono l’occasione di entrare nell’area dei 22 avversaria col possesso dell’ovale. Treviso predilige il gioco al piede sia in fase di liberazione che con lunghe gittate che portano diverse touche in attacco sull’indisciplina delle Zebre. Bortolami e compagni però sono abili a ripartire in velocità in due buone occasioni nei primi 20 minuti: nella prima è lodevole l’estremo Palazzani che sfrutte due belle giocate di Giazzon e Van Schalkwyk portando avanti i suoi con una bella meta in velocità. Ricuce e porta avanti i suoi Berquist al piede sfruttando l’indisciplina delle Zebre. Il neozelandese segna prima da metà campo poi appena più avanti dimostrando di aver recuperato la sua ottima percentuale dalla piazzola che sembrava smarrita al Monigo sette giorni fa. L’apertura ospite fallisce il terzo piazzato alla mezz’ora ma manda i suoi negli spogliatoi a +4 a tempo scaduto.

Al rientro in campo questa volta è Orquera a sfruttare l’indisciplina ospite e riportare avanti le Zebre. Il vantaggio dura però pochissimo ma sono ancora bravi gli avanti bianconeri che con la loro maul ottengono il piazzato che al 64esimo riporta avanti le Zebre. Pericoloso Treviso al 68esimo con una touche rubata sui 5 metri bianconeri ma non arrivano punti per gli uomini di Goosen che invece subiscono la pressione delle Zebre che giocano una mischia fondamentale a 5 dal termine. Orquera fallisce il piazzato ottenuto sull’ingaggio dando ancora tanto pathos al folto pubblico presente che, dopo una pericolosa azione in velocità del Benetton, può finalmente gioire per la prima vittoria delle Zebre a Parma quando i bianconeri calciano fuori l’ovale a tempo scaduto. Prima storica vittoria per la franchigia di base a Parma davanti al proprio pubblico, seconda nella stagione 2013/14 di RaboDirect PRO12 dopo il primo successo di Cardiff del settembre scorso.

Grande soddisfazione da parte dell’head coach delle Zebre, Andrea Cavinato, molto determinato ieri nelle dichiarazioni della vigilia: “Non è stata una bella partita, con queste condizioni climatiche era difficile giocare.Treviso aveva una tattica precisa: calciare lungo e punire i nostri errori. Sono contento per questo risultato e ringrazio non solo i giocatori ma tutta l’organizzazione delle Zebre. Per esempio il campo oggi era davvero di alta qualità, senza chiazze di fango nonostante la pioggia caduta in questi giorni e pure durante la gara: parte del merito va anche a loro. Finalmente abbiamo giocato davanti ad un pubblico adeguato all’importanza di questo stadio e dei giocatori che compongono la nostra rosa: ciò è stato un incentivo per i ragazzi a non mollare e giocare con determinazione e qualità. La difesa è stata l’arma in più delle Zebre; il Benetton non ha trovato soluzioni ed è stato costretto a calciare ripetutamente trovando il nostro triangolo sempre ben posizionato, grande contributo alla vittoria va dato a Palazzani, Berryman, Venditti e Toniolatti. Anche Ratuvou oggi si è espresso con qualità e la personalità che ci aspettiamo da lui”.
Neanche il tempo di giore per questo secondo successo stagionale che l’esperienza del coach trevigiano porta focalizza la propria attenzione sulla prossima sfida: “Questa vittoria è un’iniezione di tranquillità e serenità per affronrare la prossina partita difficile sabato a Galway. Quando molte volte ti sfugge il risultato di poco sei sempre consapevole del buon lavoro ma frustrato, oggi è andata diversamente. Dobbiamo riscattare le nostre brutte prestazioni mostrate in questa edizione della Heineken Cup finora per noi deludente. Dobbiamo essere performanti anche in questa coppa europea già da sabato contro il Connacht”.

Prima di analizzare la gara il tecnico ospite Marius Goosen fa i complimenti all’avversario : “Complimenti alle Zebre: davvero ottimo oggi vedere lo stadio pieno; veramente un buon segno per il rugby in Italia: loro meritano questa cornice. Sono deluso per il risultato: contento dei primi 60 minuti poi la loro pressione su di noi è aumentata. Abbiamo perso la gara ne finale. In settimana abbiamo analizzato cosa avevamo sbagliato a Monigo e lavorato maggiormente su touche e difesa, ottime oggi. Purtroppo abbiamo giocato troppo negli ultimi 20 minuti  prendendo anche troppi falli che hanno deciso il match”.

A chiudere la conferenza stampa è stato il veneziano Davide Giazzon: il tallonatore di Zebre e nazionale italiana è stato votato come migliore in campo della sfida odierna: “Una vittoria che noi aspettavamo già dall’anno scorso: ci siamo andati vicini a Treviso. Oggi ho visto le Zebre che vorrei vedere tutto l’anno giocare da squadra e vincere la partita. Ringrazio tutti,  staff e pure i bimbi dell’Ospedale dei Bambini di Parma che ho visitato con alcuni compagni prima di Natale. Loro ci hanno dato una marcia in più, grazie! Altresì il pubblico ci ha dato grande forza e speriamo sia sempre così allo Stadio XXV Aprile di Parma. In settimana abbiamo analizzato la conquista in touche -ottima a Treviso- ed aggiustato oggi le difficoltà in mischia palesate a Monigo per dare ai trequarti il possesso e non concederlo a Treviso. Quando loro sono stati in possesso dell’ovale noi gli abbiamo messo molta pressione per non permettergli di giocare palloni facili. La prima linea é un settore dove è fondamentale il lavoro collettivo: accetto con piacere il premio di “man of the match” ma penso che il migliore in campo oggi sia stata la mischia delle Zebre”.

Le Zebre si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma martedì 7 Gennaio 2014 per preparare la sfida del quinto turno della Heineken Cup di sabato 11 Gennaio in Irlanda contro il Connacht. Calcio d’inizio allo Sportsground di Galway alle ore 16.40 italiane.

Zebre Vs Benetton Treviso 14-12  (p.t. 5-9)

Marcatori:  p.t. 12‘ m Palazzani (5-0); 15‘ cp Berquist (5-3); 27‘ cp Berquist (5-6); 40‘ cp Berquist (5-9); s.t. 1‘ cp Orquera (8-9);  12‘ cp Orquera  (11-9);  14‘ Berquist (11-12);  24‘ cp Orquera  (14-12);

Zebre: Palazzani, Berryman, Ratuvou, Garcia, Venditti (37’ Toniolatti), Orquera, Chillon; Vunisa, Van Schalkwyk, Bergamasco (34’ s.t. Ferrarini), Bortolami (cap) (34’ s.t. Biagi), Geldenhuys, Chistolini (17’ s.t. Redolfini), Giazzon (31’ s.t. D’Apice), Aguero (17’ s.t. Perugini) (Non entrati: Cattina, Quartaroli) All.Cavinato

Benetton Treviso: McLean, Nitoglia, Loamanu, Sgarbi, Esposito, Berquist, Botes (35’ s.t. Gori); Barbieri, Zanni (1’ s.t. Bernabò), Budd (27’ Filippucci), Van Zyl (28’ s.t. Fuser), Pavanello (cap), Cittadini (37’ s.t. Rouyet), Ghiraldini,Rizzo (24’ s.t. De Marchi) (Non entrati: Sbaraglini, Ambrosini) All.Goosen

Arbitro: Alexandre Ruiz (Fédération Française Rugby).
Assistenti: Matteo Liperini e Andrea Spadoni (Entrambi Federazione Italiana Rugby)
TMO: Mauro Dordolo (Federazione Italiana Rugby)
Calciatori:  Orquera (Zebre) 3/5 , Berquist (Benetton Treviso) 4/5. Drop Orquera (Zebre) 0/1
Note: Pomeriggio di pioggia divenuta intensa nella ripresa. Temperatura 6° .Terreno in buone condizioni. Spettatori 4501. Presenti allo stadio più di 50 società di rugby che hanno voluto sostenere le Zebre nell’importante sfida.
RaboDirect PRO12 man of the match: Davide Giazzon (Zebre)
Punti in classifica: Zebre 4, Benetton Treviso 1

Info e foto: Zebre Rugby

 

Ultima modifica il Sabato, 11 Gennaio 2014 21:03

Video

RaboDirect PRO12

Dai tornei

Rugby educativo

RUGBY EDUCATIVO: approfondisci

Test Mautic

SPOTLIGHT

No data displayed on the module. Please check some parameters in the module settings again!