NEWS DALLE AREE

Buona prova dell'U14 udinese a Maniago

Mercoledì, 02 Dicembre 2015 22:04

Note positive anche dall'Under 14, impegnata sul rettangolo del Maniago Rugby, dove si è vista una squadra decisamente in crescita. 

Un percorso iniziato con alcune difficoltà, quello della squadra affidata ai tecnici Simone Lentini ed Antonio Giannangeli, ma che, col lavoro ed il buon impegno, sta iniziando a dare i suoi frutti. Aldilà del risultato domenica si sono visti anche progressi dal punto di vista della tecnica e della determinazione nel contatto con l’avversario. I miglioramenti più evidenti sono stati la difesa, dove gli udinesi sono stati abili ad arginare i tentativi di avanzamento del Maniago, e poi il buon avanzamento in attacco con un buon sostegno oltre la difesa, per dare continuità al gioco. Un punto su cui bisogna ancora lavorare sono le ruck: troppe volte sono stati persi palloni per la mancata pulizia del punto d’incontro. Il risultato di 16 a 37 a favore della Udine Junior è comunque un'iniezione di fiducia e di entusiasmo per lavorare in settimana serenamente e continuare nel percorso di crescita.

Molto meno lusinghiera è stata la prova dell'Under 16, che a Rovigo, nel turno del campionato regionale di categoria, girone Elite, è uscita dal campo con una pesante sconfitta.
In settimana la squadra aveva perso altre pedine fondamentali per il proprio gioco, presentandosi in Polesine con una formazione estremamente rimaneggiata e – giocoforza- un po' azzardata, che ha potuto ben poco contro una formazione solida ed organizzata come quella rossoblù.
I rodigini, ogni qual volta sono entrati nei 22 degli ospiti, hanno messo punti nel carniere, dando una grande dimostrazione di lucidità e pragmatismo.
La difesa friulana ci ha messo quasi 20 minuti per prendere le misure ai padroni di casa, che, intanto, nel primo quarto di gara erano già in vantaggio 20 a 0. Le redini del gioco sono poi rimaste saldamente nelle loro mani per tutto il resto del match, complice la poca aggressività degli udinesi, troppo morbidi nei punti d'incontro e poco propensi al raddoppio del placcaggio, azione che invece i rodigini hanno messo in pratica alla perfezione nelle poche situazioni in cui si sono trovati a difendere, recuperando così una caterva di palloni. Udine ha dovuto accontentarsi delle briciole, ossia di gestire un possesso limitato all'osso. Al contempo ha commesso troppi errori in difesa, sia nell'uno contro uno, che nei movimenti collettivi. Da qui il pesante passivo finale: 46 a 5 per i padrini di casa.
Questo il telegrafico resoconto a fine partita dell'assistant coach, Riccardo Robuschi: “Abbiamo trovato una squadra molto ben organizzata e noi abbiamo fatto poco per contrastarla”.
Dello stesso tenore anche il commento di D'Anna: “Non c'è molto da dire... abbiamo giocato con sufficienza e abbiamo lasciato a loro le redini del gioco”.

Info: Udine Rugby Junior

Dai tornei

Rugby educativo

RUGBY EDUCATIVO: approfondisci

SPOTLIGHT

No data displayed on the module. Please check some parameters in the module settings again!